Nuove tecnologie e mobilità sostenibile: il futuro è nelle mani delle startup

Home / News e Rassegna Stampa / Nuove tecnologie e mobilità sostenibile: il futuro è nelle mani delle startup

Nuove tecnologie e mobilità sostenibile: il futuro è nelle mani delle startup

16 Novembre 2015

Angela D’Onofrio

La mobilità sostenibile è sicuramente un ambito di intervento per migliorare la propria impronta ecologica.

Un’altra idea tutta italiana, sulla quale il colosso bancario Unicredit ha scelto di investire un milione di euro è rappresentata da Underground Power, la startup nata nei laboratori delPolitecnico di Milano che ha brevettato il sistema Lybra, un dispositivo simile ad un dosso stradale. I giovani startupper propongono una modalità innovativa di produrre energia sfruttando le vibrazioni dei veicoli sull’asfalto.

Lybra converte l’energia cinetica delle automobili in energia elettrica e si presta a numerose applicazioni, dall’alimentazione degli immobili in prossimità delle strade alla ricarica delle automobili elettriche. La società, nata nel 2009, vede tra i suoi fondatori l’ingegnere Andrea Pirisi, amministratore delegato, Massimiliano Nosenzo, direttore tecnico, il bocconiano Andrea Corneo, responsabile del business plan dell’impresa, eRiccardo Enrico Zich, responsabile scientifico e ordinario di elettronica al Politecnico di Milano. La progettazione del dosso stradale è avvenuta nell’arco di un paio d’anni, nel corso dei quali la società ha brevettato, prodotto e sperimentato alcuni prototipi, verificandone il valore e l’effettiva possibilità di poterli costruire in serie e commercializzare su larga scala. I risultati ottenuti sono stati positivi e incoraggianti. Lybra rappresenta davvero il futuro dellefonti rinnovabili.

PER LEGGERE L’ARTICOLO ORIGINALE CLICCA QUI!