L’energia arriva dalla strada: ecco Lybra

Home / News & Press Archive / L’energia arriva dalla strada: ecco Lybra

L’energia arriva dalla strada: ecco Lybra

di Silvia Daniele | 26/06/2013 16:00

Arriva da un giovane ingegnere elettrico, Andrea Pirisi, e dai suoi soci Massimiliano Nosenzo e Andrea Corneo, un’idea che potrebbe diventare un’importante fonte di energia nel futuro.

Si chiama Lybra è si tratta di un dosso stradale molto particolare. Infatti è il primo in grado di recuperare energia dalle auto che passano e di trasformarla in corrente pronta da riutilizzare.

Proprio in questi giorni il progetto vedrà realmente la luce con l’istallazione di due di questi speciali rallentatori nel parcheggio del centro commerciale Auchan di Rescaldina, in provincia di Milano. Nel centro commerciale passano in media 8.500 auto al giorno che dovrebbero permettere di produrre 100 mila chilowattora/anno, l’equivalente all’incirca di quanta se ne produce in un impianto fotovoltaico da 80 kW, oppure con circa 19 tonnellate di petrolio.

Passando sopra al dosso, le auto producono energia cinetica, che viene catturata da una dinamo che poi la trasforma in corrente alternata subito pronta da riutilizzare.

“Al momento si sta valutando la possibilità di sviluppare un’applicazione destinata ai caselli autostradali in collaborazione con una società del settore – hanno spiegato gli ideatori di Lybra – si stima che un impianto modulare installato nella corsia di decelerazione del Telepass in un casello autostradale possa produrre 400 MWh l’anno al costo di 35€/MWh“.

Tanti i vantaggi che Lybra potrebbe portare. Innanzitutto la produzione di energia pulita e poi la facilità di installazione, la necessità di una ridotta manutenzione e la possibilità di commercializzare il surplus energetico connettendosi alla rete nazionale.

via L’energia arriva dalla strada: ecco Lybra – Vodafone Lab.